I falò casatesi di S. Antonio: Galgiana e Campofiorenzo

Tanti falò nei giorni scorsi nel casatese, dai più “grandi” della Brianza a quelli più ridotti che ci ricordano quando i contadini li facevano nei loro campi. Martedì sera fra le campagne qui e là si vedevano fuochi accesi.

Galgiana

Il pomeriggio inizia con la tradizionale benedizione degli animali, ricordando la venerazione per il S. Antonio Abate, protettore degli animali domestici, come rappresentato in molte icone sparse per il territorio.
In chiusura, il grande falò organizzato dai volontari della Parrocchia, che ha rischiarato, con l’accompagnamento di musiche e balli, tutto il sagrato antistante la Chiesa Parrocchiale.

Campofiorenzo

Inizialmente raccolti in baita, per la tombolata.
I volontari hanno poi dato vita, davanti al profilo della chiesetta di S. Mauro, ad un vistosissimo falò, per la gioia dei bambini (e non solo) presenti.

Su questo sito web usiamo dei cookie per il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici) e per scopi statistici, per fornire servizi come i video e via dicendo (cookie di servizio).
Hai facoltà di scegliere se abilitare o meno questi cookie, usati per offrirti in servizio migliore.
Se vuoi maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.