25 aprile: inaugurazione restauro Chiesina Madonna della Neve e commemorazione del partigiano Guglielmo Pennati

Un duplice evento alla Chiesina della Madonna della Neve a Valaperta: l’inaugurazione della nuova Chiesa dopo l’intervento di restauro e la commemorazione del partigiano casatese Guglielmo Pennati, ucciso a Premana.

Il restauro della madonna della Neve

A presenziare alla cerimonia i rappresentanti della Parrocchia, del Comune e degli alpini, che sono stati tra i maggiori artefici dell’opera di restauro, resa possibile anche grazie alle donazioni ed al supporto pratico di imprese e fornitori locali.
Il risultato è stato davvero sorprendente, qualitativamente molto positivo e da tutti apprezzato.

Guglielmo Pennati

Come detto, è stata anche l’occasione per ricordare l’immagine di Guglielmo Pennati, un partigiano casatese perito l’8 ottobre 1944, insieme ad altri tre compagni, all’Alpe Casarsa di Premana, per mano dei fascisti.

Presenti alla cerimonia alcuni parenti di Guglielmo, in particolare il fratello Ambrogio, le sorelle Gemma e Claudia e diversi nipoti tra cui Alberto Manzoni, che ha letto un componimento dialettale dedicato alla figura dello zio.

Prima del taglio del nastro, gli interventi del Parroco Don Antonio Bonacina, del rappresentante dell’ANPI, Gabriele Fontana, e del Sindaco di Casatenovo, Filippo Galbiati, che ha anche ricordato l’appuntamento del prossimo 13 maggio, a Premana, per l’inaugurazione di due targhe a ricordo degli episodi ricordati.

Le immagini sono state scattate da Guglielmo e Ildefonso Pennati (nipoti del partigiano ucciso) e da Andrea Pirovano.

Su questo sito web usiamo dei cookie per il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici) e per scopi statistici, per fornire servizi come i video e via dicendo (cookie di servizio).
Hai facoltà di scegliere se abilitare o meno questi cookie, usati per offrirti in servizio migliore.
Se vuoi maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.