Presentazione dei mezzi per le Marche

Si è svolta significativa manifestazione, organizzata dal Corpo volontari della Protezione Civile della Brianza, per la presentazione e benedizione di due automezzi destinati alle popolazioni terremotate di Amandola e Montefortino, acquistati grazie al contributo di Comuni, associazioni, aziende e privati cittadini.

Un risultato eccezionale che sottolinea la tenacia e il grande spirito di solidarietà dei volontari della Protezione Civile, uniti alla tradizionale generosità del popolo brianzolo, espressa singolarmente, per gruppi e associazioni ma anche attraverso le loro istituzioni, uniti in un progetto comune.

[pullquote align=”right” class=”citazione citazionedestra”]

Il progetto della Protezione Civile

Invito alla presentazione degli automezzi

Programma della consegna a Amandola e Montefortino

[/pullquote]

La cerimonia ha avuto inizio con la Messa, celebrata nella Chiesa di S. Giorgio dal prevosto Don Antonio Bonacina, dedicata alle vittime del terremoto.
L’introduzione è stata fatta con la lettura di due lettere di ringraziamento da parte delle comunità che beneficeranno degli automezzi.
L’omelia, molto concreta, di Don Antonio ha sottolineato in particolare il valore della solidarietà e della unità di intenti tra tutti.

Presenti nelle prime file, oltre ai volontari della Protezione Civile, anche dai Sindaci delle Amministrazioni Comunali interessate dall’iniziativa e alcuni esponenti delle aziende, associazioni e scuole che hanno aderito al progetto.

Al termine della Messa sono stati presentati gli automezzi: un Doblò Fiat, destinato ai servizi sociali e sanitari di Amandola, e un GOA pickup Mahindra, per i servizi sociali e di protezione civile di Montefortino, entrambi comuni della provincia di Fermo, nelle Marche.
Poi una breve presentazione del progetto a cura di Marco Pellegrini e di  Giuseppe Sala, rispettivamente Segretario e Presidente del Corpo dei volontari.

L’atteso momento delle benedizione da parte di Don Antonio degli automezzi, presenti in bella mostra sul sagrato della Chiesa, ha dato il via all’ultima parte della manifestazione, concentrata sulla consegna di targhe, a ricordo della loro partecipazione, a tutti i soggetti che hanno, in vari modi e misura partecipato.
Gli stemmi dei Comuni ed i loghi o le denominazioni di chi ha partecipato al progetto sono stati apposti in maniera ben visibile sui mezzi acquistati che saranno donati il prossimo 1-2 aprile alle Amministrazioni interessate.

Un piacere per l’AFCB e per Sentieri e Cascine partecipare a questa iniziativa.

Su questo sito web usiamo dei cookie per il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici) e per scopi statistici, per fornire servizi come i video e via dicendo (cookie di servizio).
Hai facoltà di scegliere se abilitare o meno questi cookie, usati per offrirti in servizio migliore.
Se vuoi maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.