Una statua più antica della sua chiesa

Il 26 luglio di ogni anno si festeggia S. Anna, madre della Madonna.
A Cascina Bracchi di Casatenovo vi è una chiesa a Lei dedicata, molto semplice ma ordinata, che accoglie all’interno una statua di buona fattura con la raffigurazione di Sant’Anna e sua figlia Maria, madre di Gesù.

Una chiesa “di frazione”

La chiesa compie 91 anni ed è stata inaugurata il 26 luglio del 1930, dopo una storia molto complessa e particolare.
La statua, invece, riporta la data del 1909 ed era inizialmente collocata in un oratorio al Montagnolo (piccolo borgo posto fra l’abitato di Bracchi e la Bernaga), presente dal 1645 ma che, nel tempo, si rivelò troppo piccolo per accogliere i fedeli della frazione.

Cascina Bracchi, per un lungo periodo, fu sede comunale e riferimento amministrativo per le frazioni a sud di Casatenovo: Galgiana, Bracchi, Rimoldo, Valaperta ed una piccola porzione di Rogoredo.
Ancora oggi i suoi confini sono rintracciabili nelle mappe catastali e coincidono con la zona censuaria “Cassina de’ Bracchi-CB”, distinta da quella di “Casatenovo-CAS”.
Perse però, per motivi economici, la propria autonomia nel 1874 e si fuse con Casatenovo.

Pur appartenendo da sempre alla Parrocchia di Galgiana (una delle più antiche della zona), ha tentato più volte di rivendicare il diritto ad averne una propria, senza ottenere nessun risultato concreto ma spingendo per la costruzione di una chiesa adeguata alle esigenze della frazione.

La nuova chiesa fu quindi realizzata per volere della popolazione e sostenuta dal coadiutore di quel tempo, Don Salvatore Bagatti.
Alla sua costruzione parteciparono attivamente diversi residenti non solo della frazione ma anche di quelle circostanti, trasportando, con carri trainati da cavalli e asini, i materiali necessari quali sabbia e mattoni.

La devozione verso Sant’Anna (tra l’altro protettrice delle donne incinte) è sempre stata forte e riconosciuta anche fuori dal paese: è significativa la sempre numerosa partecipazione alla Processione che si tiene alla sera della festa.

La chiesa ha scandito, con alcune ricorrenze, la vita sociale del paese.
Nel 1980 (50° anniversario della sua consacrazione) si è svolta la prima edizione delle famosissima “Settimana Paesana”.
Nel 2009 (100 anni della Statua di sant’Anna) c’è stata la prima “Festa di Sant’Anna”, con un clamoroso successo.
Per i noti motivi sanitari, in questi ultimi due anni, è stata sospesa ma è pronta a ripartire dal 2022.

Ecco di seguito alcuni video su questo argomento.

La costruzione

Una testimonianza (raccolta nel 2009) di Flaminio Colombo (classe 1916) sulla costruzione della chiesa.

Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie.

Ciò accade perché il servizio che potrebbe mostrare questo contenuto utilizza i cookie che hai scelto di mantenere disabilitati.
er visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, abilitare i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Intorno a Sant’Anna

L’esibizione di Luigia Motta, Celestina e Rinetta Beretta della canzone “Intorno a Sant’Anna”, uno dei brani più antichi dedicati alla Santa (registrazione del 2009):

Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie.

Ciò accade perché il servizio che potrebbe mostrare questo contenuto utilizza i cookie che hai scelto di mantenere disabilitati.
er visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, abilitare i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Sant’Anna oggi

Infine un bellissimo video del nostro videomaker Dante Colombo con riprese interne ed esterne molto particolari.

Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie.

Ciò accade perché il servizio che potrebbe mostrare questo contenuto utilizza i cookie che hai scelto di mantenere disabilitati.
er visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, abilitare i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Una galleria di immagini di Fulvio Galbiati dell’AFCB, utili per apprezzare ancora di più alcuni dettagli della Chiesa.

Una statua più antica della sua chiesa
Condividi:

Su questo sito web usiamo dei cookie per il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici) e per scopi statistici, per fornire servizi come i video e via dicendo (cookie di servizio).
Hai facoltà di scegliere se abilitare o meno questi cookie, usati per offrirti in servizio migliore.
Se vuoi maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.