Ul “Gamba De Lègn”

Ultimo racconto della trilogia del '900, ambientata a Milano.

Il terzo e ultimo  racconto ambientato nella Milano del primo novecento grazie ai ricordi degli incontri avuti con l’amico Peppino negli anni 70. 

Come gli altri due è scritto nel nostro splendido dialetto brianzolo, leggermente diverso dal milanese, anche se le vicende a cui si fa riferimento si sono svolte a Milano.

Anche qui si parla di uno “scherzo” combinato da Peppino e la sua banda ai danni di chi gestiva il Gamba de lègn, il vecchio tram che all’inizio del ‘900 era in uso a Milano (e non solo).
Utilizzando una trombetta del tutto simile a quelle utilizzate dal manovratore simulavano la ripartenza del tram, anche se le operazioni non erano ancora concluse, fino a quando…

Ecco anche un piccolo appunto inviato dall’autore in  merito alla lunghezza di alcuni suoi scritti:

So perfettamente che un racconto lungo non trova molto consenso di questi tempi, ma questo non limita la mia voglia di presentare, in maniera interessante ed anche divertente, quadretti storici di costume e di società, che ovviamente richiedono maggiore disponibilità di tempo e attenzione, ma di certo regalano maggior soddisfazione.

Un cordiale saluto.

Introduzione

Dialetto

Italiano

La trilogia dei racconti

Ul “Gamba De Lègn”

Ultimo racconto della trilogia del ‘900, ambientata a Milano.

Un bèll bagnètt in del laghètt de Lurètt

Un altro racconto ambientato nella Milano del primo 900.

Ul brumista

Un racconto, primo di una trilogia, ambientato a Milano nei primi anni del ‘900.

Su questo sito web usiamo dei cookie per il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici) e per scopi statistici, per fornire servizi come i video e via dicendo (cookie di servizio).
Hai facoltà di scegliere se abilitare o meno questi cookie, usati per offrirti in servizio migliore.
Se vuoi maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.