Per colpa del Coronavirus

Una poesia dedicata al particolare periodo che stiamo vivendo. "Restiamo a casa"

Volevo dare speranza a tutti quelli che stanno soffrendo e per ringraziare tutti quelli che si adoperano per migliorare questa situazione”.

Questa la motivazione che ha spinto il nostro amico poeta a scrivere questa breve poesia.

La presentiamo nella sua forma originale manoscritta come sempre su un bel foglio a quadretti corredata di qualche immagine dei nostri amici dell’AFCB che, pur “restando a casa” hanno fotografato qualche attimo significativo di questo periodo anche con messaggi positivi.
Aggiungiamo anchequalche scatto di una piccola porzione dell’Ospedale di Merate, nella sua particolare e attuale veste di massima cautela.

Lascia un commento

Su questo sito web usiamo dei cookie per il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici) e per scopi statistici, per fornire servizi come i video e via dicendo (cookie di servizio).
Hai facoltà di scegliere se abilitare o meno questi cookie, usati per offrirti in servizio migliore.
Se vuoi maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.